Regionali in Abruzzo, vince la destra: Marsilio riconfermato

Regionali in Abruzzo, vince la destra: Marsilio riconfermato.

Marco Marsilio ha vinto le elezioni regionali in Abruzzo con il 53,52% dei consensi, confermandosi alla guida della Regione con la destra. Lo sfidante del campo largo del centrosinistra, Luciano D’Amico, invece, si è fermato al 46,48%.

Questo il risultato definitivo dopo che sono state scrutinate tutte le 1.634 sezioni. Interessanti i dati sui voti di lista: Fratelli d’Italia chiude al 24,12%, FI al 13,41%, la Lega al 7,58%, la lista Marsilio al 5,72%, Noi Moderati al 2,69% e l’Udc al 1,17%. Sul fronte opposto, il Pd tiene al 20,3%, Abruzzo Insieme al 7,67%, M5S al 6,96%, Azione al 4,01%, AVS al 3,57%, Riformisti e Civici al 2,8%.

L’affluenza in Abruzzo è calata rispetto alle precedenti regionali. Se nel 2019 si erano recati al voto il 53,1% degli aventi diritto, stavolta il dato si è fermato a 52,19%. La provincia nella quale si è votato di più è L’Aquila con il 55,4%, poi Pescara 53,3%, Teramo 53,01% e Chieti 48,46%.

“Marco Marsilio è il primo presidente nella storia dell’Abruzzo a essere riconfermato dagli elettori per un secondo mandato. Ed è per noi motivo di grande orgoglio che i cittadini abruzzesi abbiano voluto continuare a dargli fiducia, e con lui a dare fiducia al centrodestra, che si conferma maggioritario. È una fiducia che, come sempre, non tradiremo. Continueremo a lavorare per restituire all’Abruzzo e all’Italia il posto che meritano. Grazie». Lo ha scritto sui social la Presidente del Consiglio Giorgia Meloni, commentando il risultato delle elezioni.

Anche se lo scrutinio non era ancora terminato, il presidente uscente dell’Abruzzo, Marco Marsilio, nelle scorse ore, aveva già rivendicato la vittoria: «Il popolo abruzzese ha scelto di conferirmi l’onore di guidare la Regione per altri 5 anni – aveva detto -. Mai nei 30 anni precedenti una amministrazione uscente era stata riconfermata per un secondo mandato: è stata scritta una pagina di storia e abbattuto un altro muro». Parlando dello schieramento avversario, il candidato della destra ha detto che «un testa a testa non è mai esistito. Il campo largo non è il futuro dell’Abruzzo, perché era il suo triste passato. Il campo largo non sarà il futuro dell’Italia».

«Il successo di Forza Italia in Abruzzo conferma definitivamente la centralità di un movimento che sta occupando lo spazio politico tra Giorgia Meloni e il Partito Democratico. L’Italia ha bisogno di una forza seria, credibile, affidabile e responsabile che dia tranquillità ai cittadini. L’ottimo risultato di Forza Italia è la vera novità del voto di ieri in Abruzzo. Ora lavoriamo per vincere in Basilicata, in Piemonte e superare il 10% alle elezioni europee». Lo afferma ad affaritaliani.it il vicepremier e ministro degli Esteri Antonio Tajani.

Esulta anche la Lega: “Netta vittoria del centrodestra, con un buon risultato per la Lega. Grazie Abruzzo, avanti col buon governo per altri cinque anni!”, si legge in una nota.

 …CONTINUA A LEGGERE 

POTREBBE INTERESSARTI

L'Aquila L'Aquila Politica

Pnrr, dal Ministero della Cultura 129 mln per la sicurezza sismica in 167 luoghi di culto

Pnrr, dal Ministero della Cultura 129 mln per la sicurezza sismica in 167 luoghi di culto. Sangiuliano: “Questo piano di nuovi interventi, da Nord a Sud, ci permette di continuare a dare concretezza ai nostri progetti di tutela e valorizzazione.” #pnrr #cultura #fondi …CONTINUA A LEGGERE 

Leggi altro...
L'Aquila L'Aquila Cultura

MiC, via al Piano Strategico “Grandi Progetti Beni Culturali”

MiC, via al Piano Strategico “Grandi Progetti Beni Culturali”. Il ministro Sangiuliano ha firmato 5 decreti. #cultura #sangiuliano #decreti …CONTINUA A LEGGERE 

Leggi altro...
L'Aquila L'Aquila Politica

L’Aquila, 15 anni dopo il terremoto. Meloni: «La ricostruzione, un modello di risposta immediata dello Stato»

#Meloni: «La rinascita dell’Aquila è la rinascita di un pezzo di noi stessi. Quindici anni fa siamo stati feriti ma ci siamo rialzati». #laquila #terremoto …CONTINUA A LEGGERE 

Leggi altro...